da Londra, lunedì 13 aprile 2015

Quattro giganti tecnologici sono in lotta per creare la batteria al litio di nuova generazione

C'è una cosa contenuta nei dispositivi mobili, dai cellulari agli aspirapolveri cordless e alle automobili.
 L'umile batteria.
Sapete il motivo per cui il vostro telefono non è migliore di quello che è?
E' perché non contiene una batteria abbastanza potente per alimentare i migliori chip  o  schede di memoria che il produttore potrebbe facilmente mettere nel vostro gadget.

In questo momento, questa è la sfida più importante per il settore tech. E alcuni dei più grandi nomi della tecnologia ci stanno lavorando sopra.

Abbiamo bisogno di un cambiamento radicale nelle batterie al litio

Questo fine settimana, è stato pubblicato un interessante articolo sul viavai al laboratorio segreto di Google X.
Secondo il rapporto del Wall Street Journal, il fulcro è  nella progettazione della batteria agli ioni di litio di nuova generazione.
In sostanza, la tecnologia che sta dietro la batteria agli ioni di litio è stata inventata da Sony circa trent'anni fa. I miglioramenti sono stati graduali da allora.

Ma per soddisfare le nuove esigenze, abbiamo ora bisogno di un cambiamento radicale nel modo in cui queste batterie al litio fondamentalmente funzionano.
Il problema è una cosa chiamata densità di energia. Cioè, il numero di elettroni (una batteria è uno scambio di elettroni liberi) che è possibile segregare in un dato spazio. La batteria attuale porta molti elementi 'parassiti' - cose che non forniscono elettroni liberi.
Il parassita più significativo è la soluzione liquida in cui si muovono gli elettroni - l'elettrolita.

Infatti, l'unico liquido all'interno di qualsiasi telefono è all'interno della batteria. E una volta  che la necessità del liquido all'interno della batteria viene meno, allora migliora la densità di energia e diventa significativamente più sicuro (in termini di propensione alla combustione spontanea).
Senza liquido, la batteria potrebbe anche diventare flessibile.

Considerate Google Glass, la struttura del telaio potrebbe diventare una batteria. O l'orologio di Apple, il cui involucro potrebbe stoccare la propria energia.

La grande guerra della batteria

Google sta sviluppando tutta una serie di cose, fortemente dipendenti dalla seconda generazione di batterie agli ioni di litio.
Google è anche coinvolto nella sanità (elettronica all'interno del corpo), la robotica (e intelligenza artificiale), così come in un sacco di apparecchiature elettroniche convenzionali.

Poi c'è Apple. Non molto tempo fa circolò la notizia che Apple era occupata nel bracconaggio dei migliori tecnologi della batteria al mondo; questo ha portato a speculazioni circa la volontà di entrare nell'ambito dei veicoli elettrici. E forse è così.
Ma non può essere sottolineato abbastanza che - come tutti gli altri - Apple ha un interesse primario nelle batterie, legato al suo attuale portafoglio.
Tesla sta lavorando sodo con Panasonic per creare la nuova batteria ad alta densità energetica. Per loro non è tanto un problema di fabbricazione ma, piuttosto, tecnologico.

Poi, qualche settimana fa, la britannica Dyson ha fatto un investimento di $ 15 milioni in una società statunitense denominata Sakti3.
Dyson vuole essere tra i primi a implementare la prossima generazione di batterie 'a secco' di litio sviluppato dal team di scienziati di Sakti3.
Il lavoro di progettazione, si dice, è stato raggiunto. Ora è tutta una questione di commercializzazione (cioè la creazione di capacità di produzione) del prodotto reale.

Dyson potrebbe benissimo essere tra le prime a produrre le grandi batterie di seconda generazione.

Lithium è la chiave

Il litio è fondamentale. Infatti, il '3' in Sakti3 si riferisce al numero atomico del litio. Al numero 3 nella tavola periodica, è il metallo più leggero. Ed è un metallo altamente reattivo - cioè che permette di produrre tutti quegli elettroni che stanno cercando.
O Google o Apple, o Tesla, o Dyson ... Potremmo andare avanti, ma torniamo allo stesso punto.
Con la nuova generazione di batterie agli ioni di litio, la domanda di litio sembra destinata a salire. Una volta che l'industria ha risolto quel problema 'parassita', e ottiene la produzione seriale, allora tutti noi potremo guardare avanti per migliorare i dispositivi mobili in futuro.
A quel punto, la domanda accelererà a ritmi ancora più grandi!

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa