da Londra, martedì 27 febbraio 2018

Guarda i mercati obbligazionari, cripto sta arrivando
 

Le obbligazioni sono una delle invenzioni più antiche del mondo.
Hanno superato le principali religioni. Hanno persino superato la nostra più antica lingua sopravvissuta: il sanscrito.
Le prime obbligazioni registrate furono create intorno al 2400 aC.
Costituiscono le fondamenta del nostro intero sistema finanziario e stanno per subire il loro più grande cambiamento in oltre 4000 anni.
Questo cambiamento avrà effetti a catena per ogni mercato. E sarà determinato dalla rivoluzione cripto.

 

Un mercato da 2.500 miliardi di sterline


Un'obbligazione è fondamentalmente come un prestito. Tra la sua emissione e la data di rimborso, gli interessi sono pagati al detentore.
Una volta emesse, queste obbligazioni possono essere scambiate come le azioni. A seconda del tasso di interesse e delle prospettive economiche, possono essere scambiate a un prezzo più alto o più basso del loro prezzo iniziale.
Le obbligazioni sono un ottimo modo per le imprese, e anche per i paesi, per raccogliere fondi. E il mercato per loro è enorme.
L'anno scorso, le aziende di tutto il mondo hanno emesso $ 3,5 trilioni di obbligazioni. All'incirca lo stesso del PIL del Regno Unito.

E questo senza calcolare i titoli di stato. Quando ne teniamo conto, il mercato obbligazionario totale vale circa 100 trilioni di dollari.
Questo fa apparire «nani» persino i mercati azionari globali, stimati in 64 trilioni di dollari.
Al momento, la maggior parte di queste obbligazioni sono gestite da banche di investimento e vendute a fondi pensione e gestori patrimoniali.
È un mondo centralizzato, dispendioso, obsoleto e pieno di soldi. In altre parole, è l'industria perfetta per la cripto.

 

Le obbligazioni smart conquisteranno il mondo

Pertanto, le obbligazioni sono attualmente gestite da società bancarie, vendute da banche e acquistate da banche e gestori di fondi.
In primo luogo, un legame basato sulla blockchain eliminerebbe tutti questi intermediari e consentirebbe a una società di emettere le proprie obbligazioni direttamente agli acquirenti.
Questo può essere fatto nello stesso modo in cui funzionano le offerte di monete iniziali (ICO).
L'azienda crea semplicemente un proprio token e consente alle persone di acquistare direttamente o di vendere in borsa.
Ciò non solo aprirebbe un intero nuovo mondo di acquirenti, ma ridurrebbe anche i costi in maniera massiccia: le banche di investimento non costano poco.

 

Come funzionano le obbligazioni smart

Vincent Launay, della Banca Mondiale, su Cointelegraph spiega bene l'idea:

L'emissione

    La società V crea un contratto intelligente sulla Ethereum Blockchain che replica il funzionamento di un'obbligazione (vale a dire, il pagamento di cedole semestralmente e il rimborso del capitale alla scadenza).
    Gli investitori che desiderano partecipare all'IBO (Initial Bond Offering) inviano ETH all'indirizzo del contratto e specificano il coupon più basso che sono disposti a ricevere.
    Una volta terminato l'IBO, il contratto smart crea automaticamente il portafoglio ordini con gli investitori disposti ad accettare prima il coupon più basso.
    Tutti gli investitori che non sono arrivati ​​al portafoglio ordini finale recuperano automaticamente l'ETH che avevano inviato al contratto smart.

 

Esercizio del debito

    Ogni sei mesi, gli investitori ricevono il coupon (interessi) come stabilito nel contratto smart originale.
    Prima del pagamento del coupon, il contratto smart otterrà il tasso di cambio di Ethereum da un fornitore di dati e pagherà la giusta quantità di ETH.
    In alternativa, i pagamenti delle cedole e il rimborso del capitale possono essere effettuati direttamente in token riscattabili presso un istituto finanziario.
    Alla scadenza dell'obbligazione, il contratto smart paga sia la cedola che il capitale (o la stessa quantità di ETH o la stessa quantità di dollari USA pagati in token Ether).

 

Sembra un'ottima idea, allora dove sono le prove?
Le abbiamo già avute.

 

Esperimento smart bond di UBS

Dal momento in cui i criptos che consentono contratti smart, come Ethereum, sono apparsi sulla scena, le persone intelligenti hanno visto le obbligazioni come uno dei principali casi d'uso.
Una delle più grandi banche del mondo, UBS, ha visto subito il potenziale e ha immediatamente avviato la sperimentazione a Londra.
A dicembre 2016, UBS ha riferito su questo trial. Ecco la sua conclusione:
Questo esperimento ha convalidato le nostre ipotesi iniziali sui contratti smart e le valute virtuali e ha confermato l'applicabilità di queste logiche nei nostri casi d'uso.
Ha inoltre confermato i potenziali benefici per i nostri clienti, i regolatori e la nostra organizzazione: la compensazione e il regolamento sulla blockchain potrebbero essere più rapidi, più efficienti e trasparenti riducendo al contempo il rischio ed i costi operativi
.
I smart bonds stanno arrivando. E sembra che saranno costruiti sopra la blockchain di Ethereum.
Come molti dei relatori della conferenza sulla Blockchain di gennaio a Londra hanno dichiarato: il 2017 è stato l'anno della speculazione cripto, il 2018 è l'anno in cui la cripto inizia a essere utilizzata per davvero.
E tutto questo prima ancora di iniziare a utilizzare i criptos per i contratti futures smart e il trading di materie prime.

Questo è il motivo per cui, anche durante i crash e lo scherno dei media riversati sui criptos, le persone che vedono il loro pieno potenziale non si preoccupano.
Cryptos farà per la finanza ciò che Internet ha fatto per le informazioni. E renderanno molte persone molto, molto ricche.

 

 

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa