da Londra, martedì 5 maggio 2020

L'investimento tecnologico funziona!

La ragione per cui l'investimento tecnologico funziona bene è molto semplice. Perché
gli imprenditori tecnologici non vedono la politica del governo come un vincolo e si concentrano su dove non ci sono vincoli.
Le aziende tecnologiche sono in anticipo rispetto alla politica del governo.  Semplicemente innovano e guardano a come le persone si comportano effettivamente e cosa vogliono realmente, non a ciò che il governo prescrive.
Uber era onnipresente prima che i governi riuscissero a metterla sotto controllo per aver violato le licenze sui taxi. Airbnb era lo stesso per le licenze alberghiere.
Queste compagnie non si preoccupavano dell'ospitalità o della legge sui taxi. Hanno solo dato alla gente un modo di fare quello che volevano.
Queste società sono esplose prima che i governi potessero imporre politiche su ciò che è permesso e cosa non lo è.
Certamente anche la politica del governo merita di essere sfruttata. È ancora più prevedibile delle tendenze tecnologiche. Ma questa è un'altra storia.

Chiediti, quale tecnologia sta spingendo i confini che il governo non ha ancora raggiunto? Quale tecnologia sfugge ai governi o opera in aree che il governo non ha ancora contenuto?
Ci sono alcuni buoni esempi.
Tecnologia spaziale, tecnologia dei droni, criptovalute, economia della condivisione, Internet of Things, medicina personalizzata, vendita al dettaglio online e logistica, ad esempio.
In ognuna di queste aree, qualcuno senza qualifiche, licenze, approvazioni governative o altri vincoli può influenzare il modo in cui facciamo le cose utilizzando la nuova tecnologia che rivoluziona la natura del servizio offerto.
In settori come il fintech e i servizi legali, l'estensione della rivoluzione potrebbe essere straordinaria con vincoli minimi del governo.
In tali settori, il potenziale di crescita esponenziale è molto più probabile a causa della mancanza di questo vincolo. Gli unicorni - aziende da miliardi di dollari che spuntano dal nulla - sono reali nella parola «tecnologia». E gli investitori possono fare molto di più  se non entrano nelle industrie controllate dal governo in cui l'innovazione è stata soffocata da regole che si adattano solo ai modi esistenti di fare le cose.
Quando investi, paga pensare come un libertario e cercare modelli di business libertari. Anche se non ti piacciamo ...

Geopolitica e tecnologia non sembrano correlate.
Esploriamo l'effetto sugli stock tecnologici mentre la Cina diventa il paria del mondo.
Fino ad ora, il modello economico cinese è stato tollerato. Il mondo ha permesso al paese di privarli della produzione e della proprietà intellettuale sviluppata altrove.
Probabilmente hai sentito molto parlare del furto di proprietà intellettuale in Cina.

Ad ogni modo, il mondo ha tollerato tutto ciò presupponendo che la Cina sarebbe diventata come noi. Speravamo che la Cina si sviluppasse e poi si integrasse. Alla fine, saremmo stati in condizioni di parità con la prosperità reciproca come ambizione chiave.
Non è andata così bene poiché la Cina ha ambizioni molto più grandi. E i suoi metodi non sono facili da digerire.
Bene, se la Cina diventa un paria economico, questo cambia radicalmente il modello economico mondiale. E i titoli tecnologici ne risentiranno maggiormente.
La capacità produttiva della Cina ha reso gli articoli di consumo, in particolare quelli legati alla tecnologia, molto più economici da acquistare.

Aziende come Apple e Tesla beneficiano del ruolo della Cina nell'economia mondiale.
Ma la Cina non si limita a prendere la tecnologia e le competenze straniere. Inoltre vende a noi i corrispondenti beni di consumo sotto forma di manufatti. Guarda chi sta lanciando il 5G in tutto il mondo.
Se il mondo diventasse anti-cinese, anche l'intero flusso di scambi potrebbe cambiare. Se la tecnologia di consumo non viene prodotta in Cina per motivi di sicurezza o proprietà intellettuale, ciò modifica l'equazione per gli investimenti.
Se le aziende tecnologiche lasciano la Cina e riportano a casa gran parte delle loro operazioni, ciò potrebbe rafforzare il valore della proprietà intellettuale. Ma potrebbe anche aumentare i costi di produzione e minare un mercato chiave in cui vendere.

Stiamo parlando di un quadro misto per le aziende tecnologiche. Le piccole imprese basate sull'innovazione dovrebbero fare bene in quanto la loro innovazione è più sicura. Le aziende più grandi come Apple perderanno a causa delle turbolenze e dei costi di produzione.
Anche le aziende che attualmente competono con la Cina in settori come l'infrastruttura 5G trarrebbero beneficio dalla controversia.
Il Congresso degli Stati Uniti ha già approvato un disegno di legge che chiede sanzioni alla Cina per i suoi abusi nello Xinjiang. Tali sanzioni potrebbero causare seri problemi commerciali a molte aziende che si affidano alla Cina.
La corsa allo spazio è un'altro fronte. La Cina sta lanciando un concorrente al GPS degli Stati Uniti. La cooperazione sta morendo e la concorrenza è tornata, secondo le linee nazionali.

La domanda per te oggi è se ti aspetti che tutto ciò si presenti nelle tendenze di investimento. Vorresti avere un portafoglio 'Non made in China' per le azioni? Venderesti le società identificate come dipendenti dalla Cina e compreresti quelle che beneficiano di una frattura con la Cina?

Update mercoledì 6 maggio 2020

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa