da Londra, venerdì 21 aprile 2017

La desalinizzazione potrebbe essere un grande investimento

É recente l'annuncio di un importante passo avanti nella tecnologia di dissalazione, che utilizza grafene. La dissalazione con il grafene potrebbe cambiare il mondo. Questa nuova tecnologia è così efficiente che i costi energetici potrebbero essere ridotti di quasi la metà. Si potrebbe pensare che è un'applicazione di nicchia – ma la desalinizzazione potrebbe essere una delle più grandi storie di crescita di questo secolo. 

Attualmente il mondo deve affrontare un problema dalle molte sfaccettature. Da un lato, la popolazione mondiale è in aumento. La crescita sta rallentando, ma siamo  circa 10 miliardi. La nostra irrigazione necessita di espansione per ospitare questa crescita.

Il mondo sta sviluppando l'urbanistica. Inoltre stiamo mangiando cibi pregiati, soprattutto la carne. Il risultato è un massiccio aumento della domanda d'acqua – in particolare per l'agricoltura. Nel frattempo si stanno esaurendo le nostre falde acquifere – impoverite, principalmente, dalle esigenze dell'irrigazione. Oggi guardiamo l'impatto della desalinizzazione. È una tecnologia magica, non importa quanta acqua dobbiamo desalinizzare, finisce sempre per tornare in mare. Ma come funziona la desalinizzazione? 

Ci sono due principali tecnologie. Da un lato, l'acqua può essere distillata. La tecnica alternativa viene chiamata osmosi inversa e la nuova tecnologia del grafene rientra in questa seconda categoria. L'osmosi inversa funziona comprimendo l'acqua attraverso una membrana con piccoli fori. Le molecole di acqua passano attraverso i fori, ma non gli ioni di sale disciolti. Questo significa che l'acqua salmastra, o anche l'acqua di mare, può essere resa potabile. 

La nuova tecnologia di dissalazione è basata su una forma modificata del grafene, chiamato grafene ossido. Qual è l'inghippo? La tecnologia attuale di dissalazione è costosa. Dà acqua illimitata, ma solo se si dispone di energia illimitata.

Pertanto solo i paesi industrializzati possono davvero permettersi di ottenere  approvvigionamento idrico da dissalazione. I costi sia finanziari che ambientali, rimangono discutibili.

É improbabile che l'uso diffuso delle tecnologie attuali di desalinizzazione possano coprire i fabbisogni agricoli. Ma questo potrebbe cambiare se venisse rimosso il vincolo energetico.  Si avvicina un'epoca dove l'energia è destinata a diventare molto più economica. Questo è uno degli effetti primari dell'elettricità solare. 

Le industrie che possono utilizzare l'energia in modo flessibile possono aspettarsi un notevole impulso economico.

Gli impianti di desalinizzazione che possono utilizzare un surplus di energia elettrica  avranno modo di ottenere abbondanza d'acqua dolce ad un prezzo potenzialmente interessante. Non è difficile capire come un vertiginoso calo dei prezzi dell'energia porterà a un enorme boom della desalinizzazione. Sembra che la ricerca sul grafene presso l'Università di Manchester potrebbe essere una parte molto grande di questa storia. 

 

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa