da Londra, venerdì 10 gennaio 2014

il mercato francese è una cosa a parte

Lunedi scorso, i lavoratori in una fabbrica di pneumatici Goodyear in Francia, che sono stati chiamati 'fannulloni e strapagati' dal loro capo americano. Hanno afferrato un direttore di produzione, un responsabile delle risorse umane, e due pneumatici di trattore estremamente pesanti, e si sono barricati in una stanza sul retro della fabbrica. Questo è il ritorno di 'bossnapping', una strategia francese di relazioni industriali che primariamente è venuto alla ribalta nel 2009. Il Presidente è stato costretto ad intervenire (anche se i sondaggi al momento mostrano che il pubblico è dalla parte dei rapitori). I lavoratori Goodyear erano comprensibilmente arrabbiati perchè l'impianto doveva essere chiuso. Ma  forse il bossnapping è un sintomo di un problema più grande dell'industria francese ...

"Germany streaks ahead"

I rapporti di lavoro in Francia non sono buoni come si potrebbe immaginare. Al momento della creazione della zona euro, il costo del lavoro tedesco era più alto di quanto non fosse in Francia. Ma ora, il costo del lavoro francese è più alto. Come risultato di questo, e di una generale mancanza di volontà politica, la disoccupazione in Francia è più del doppio che in Germania.
  E in Francia c'è il più grande deficit di bilancio nella zona euro. Il governo proprio non riesce a vivere con i propri mezzi. Ogni nuova settimana porta ulteriori cattive notizie per la Francia.
  Capita spesso di parlare della difficoltà in Occidente - ma parliamo di economie molto diverse. Ma è sempre difficile da ignorare un'economia stand-out. Vale a dire la Germania.

Francia e Germania hanno spinto l'UE per anni. Le loro economie erano simili in termini di dimensioni e volevano le stesse cose per l'Europa. Ma ora, stanno iniziando a muoversi a parte. Questa settimana, la Germania ha riportato le esportazioni in aumento per il quarto mese consecutivo. A differenza di molte economie occidentali, in Germania corre il surplus commerciale. Cioè, esporta molto più di quanto importa.
  Ed è come mettere il gatto tra i piccioni in Europa. L'Unione europea sta studiando questo surplus - e sostiene che potrebbe addirittura infliggere una pesante multa se i tedeschi non cominciano a frenare il loro successo!

Bloccati nell'euro

Come mostra il grafico (DAX della Germania in rosso e il CAC francese in blu), i mercati francesi sono bloccati. Nel frattempo, la Germania sopravvanza:
 

Fonte: Digital Look

In passato, il sistema valutario avrebbe aiutato a colmare il divario tra la Francia e la Germania. Prima dell'euro, se la Germania avesse avuto un'economia forte con un grande surplus commerciale il marco tedesco sarebbe salito rispetto ai suoi partner commerciali. E il franco sarebbe caduto. Ma, naturalmente, sono tutti nella stessa valuta ora. L'euro è troppo debole per la Germania, e troppo forte per la Francia. Questo è un problema fondamentale.

La Francia non è 'a buon mercato'

Gli esperti che dicono che il DAX è 'ipercomprato' semplicemente perché il grafico sembra andare in su, sembrano mancare del quadro generale. Anche ora che il CAC francese sembra essere in fase di stallo, il fatto è che il mercato sta diventando sempre più costoso. Soprattutto se lo si confronta con il DAX della Germania.
 
  Ora, con l'industria francese che sta lottando per mantenere la redditività, il mercato è effettivamente scambiato a circa 19 volte gli utili! Per quanto riguarda la Germania, la sua PE si è spostata fino a 16 volte gli utili. Su una misura di PE, la Germania è ora notevolmente più economica della Francia.
  A lungo termine, potremo vedere la negoziazione sul mercato tedesco superiore a quella della Francia (in termini di PE). In altre parole, l'economia tedesca sana porterà a forti utili in futuro, e un aumento dei prezzi azionari in termini di PE.

 

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa