da Londra, martedì 22 novembre 2016

distruzione DDoS

La comunità internet è stata frastornata, recentemente, dalle ripercussioni di un enorme 'distributed denial of service attack' (DDoS). DDoS opera da eserciti di computer zombie che inondano i bersagli con traffico senza senso. È come se vi precipitaste a casa per raccogliere una lettera importante, per scoprire che la vostra casa è completamente piena di posta indesiderata. Gli attacchi DDoS non sono nuovi – ma quest'ultimo ha alcune caratteristiche davvero interessanti. Siti anche importanti, come Twitter, sono stati colpiti. In secondo luogo, i dispositivi zombie lanciando l'attacco hanno colpito dei prodotti innocui come le telecamere. In terzo luogo, l'attacco ha avuto successo perché ha preso di mira Dyn (una società che gestisce uno dei bit chiave dell'infrastruttura di rete). Dyn ha la responsabilità di dire al tuo browser dove connettersi. È come l'ufficio postale dopo un bombardamento: tutte le case sono ancora lì, ma le lettere non possono arrivare. Infine, l'attacco era notevole per la sua mancanza di raffinatezza – sono sospettati i cosiddetti 'script kiddies'. Questo moniker viene utilizzato per descrivere gli hacker di bassa abilità, che utilizzano strumenti disponibili pubblicamente.  

È difficile proteggersi da questo tipo di attacco, ma un semplice passaggio sarebbe  quello di mettere al bando i produttori che utilizzano le password di default sui dispositivi che producono.

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa