da Londra, venerdì 14 ottobre 2016

La nostra acqua si sta esaurendo

Probabilmente pensate che il vostro approvvigionamento idrico sia abbastanza affidabile. Ma state sbagliando. Globalmente, l'acqua è in una crisi – e vi potrebbe interessare molto prima di quanto pensiate. Mettiamo questo problema nella giusta prospettiva. Iniziate elencando tutte le cose per cui si utilizza l'acqua. Penserete probabilmente alla doccia, al lavaggio dei vestiti e al bere. Ma la maggior parte dell'acqua che si utilizza non è affatto in casa – è 'incorporata' nei prodotti che acquisti. Ad esempio, ci vogliono quasi due-e-mezzo tonnellate di acqua per fare un hamburger. Questa non è acqua potabile – ma è necessaria per l'agricoltura e per i processi di produzione.

Si può immaginare che l'acqua utilizzata in questo modo venga fornita dalle precipitazioni. Ma ancora una volta si starebbe sbagliando. Molta dell'acqua che stiamo usando non proviene dalle precipitazioni. Proviene da acque sotterranee, estratta tramite pozzi. Che sarebbe un bene se le falde sotterranee venissero riempite velocemente – ma ciò non sta accadendo. Le acque sotterranee sono insostenibilmente utilizzate in tutto il mondo. Quando una risorsa viene utilizzata in modo insostenibile, alla fine si esaurirà. La terribile verità è che i rifornimenti idrici globali sono in esaurimento – e molto rapidamente. Invece di pensare all'acqua come ad una risorsa che viene estratta dai fiumi, è preferibile pensarla come al petrolio. Una volta usata è persa per sempre.

Il modo in cui le risorse come questa sono estratte e si impoveriscono, segue un modello matematico prevedibile – e si chiama una curva di Hubbert. Questa sembra molto la curva a campana di una distribuzione normale, ma in realtà è derivata in modo diverso. Questo approccio predittivo funziona piuttosto bene. Possiamo vedere l'ascesa e la caduta del petrolio convenzionale negli Stati Uniti: c'era un enorme picco nella produzione di petrolio degli Stati Uniti durante il secolo scorso. La cosa che ha rotto l'equilibrio sono state le riserve di petrolio non convenzionale che sono state recentemente sfruttate. E così è con acqua. La produzione salirà e poi cadrà. Per dare un esempio concreto, la faglia acquifera di Ogallala sotto il Kansas sarà esaurita dal 2065 –  Altre aree del mondo potrebbero perdere le loro acque sotterranee ancora più velocemente. Ma cosa accadrà quando l'acqua si esaurirà? Beh, come potete immaginare, le cose andranno piuttosto male...

Possiamo vedere alcune indicazioni iniziali di questa situazione in Siria. Infatti, la 'primavera araba' in parte è stata innescata dall'aumento dei prezzi alimentari in tutta la regione. In Siria, una siccità ha coinciso con la diminuzione dei rifornimenti d'acqua freatica, esaurite dallo sfruttamento insostenibile negli ultimi decenni. Molte persone  hanno abbandonato la campagna per dirigersi verso la città per cercare lavoro. Questa popolazione impoverita ed inquieta ha iniziato le proteste che alla fine hanno portato alla guerra. Oggi, abbiamo una tempesta perfetta derivante dall'acqua. Le popolazioni stanno crescendo rapidamente, con un totale di 10 miliardi previsto a tempo debito. La demografia sta crescendo in tutto il mondo in via di sviluppo – ciò porta i consumatori a richiedere dosi di acqua che sono simili a quelle degli occidentali.

Inoltre, di pari passo allo sviluppo, sempre più persone chiedono di collegare le loro case e i luoghi di lavoro alla rete dell'acqua . Questo sarebbe un bene se avessero abbastanza acqua. Il Medio Oriente, il West americano e il subcontinente indiano, sono tutte aree con crisi idriche gravi in prospettiva nei prossimi decenni. La tendenza a lungo termine della disponibilità d'acqua è quindi pericolosamente negativa. Per vedere questo problema in prospettiva, considerate l'allarme della International Food Policy Research Institute (IFPRI). Prospetta che lo stress idrico interesserà più della metà della popolazione mondiale nel 2050. Sapete come si può, come investitori, giocare su questa tendenza? È importante ricordare che lo stress idrico è un 'megatrend' – qualcosa che toccherà ogni portafoglio. Semplicemente non è qualcosa che si può evitare, quando si tratta di investire.

In generale, l'approccio migliore è quello di evitare quegli investimenti che si basano sull'uso insostenibile dell'acqua. Ad esempio: la mandorla della California della central valley  probabilmente non è una mossa molto intelligente. Anche se questa zona è una regione  agricola molto produttiva. Colture idrovore, come le mandorle, saranno le prime a patire. Potrebbe sembrare incredibile per un'economia sviluppata  – ma la California non ha alcuna programmazione per l'estrazione delle acque sotterranee. Gli agricoltori possono pompare a loro piacere. Questo processo ha effettivamente portato alla subsidenza su larga scala in tutta la valle di San Joaquim – con alcune zone che calano ad un tasso di 0,3 metri all'anno. Questa citazione, da National Geographic, riassume la situazione: 'i pozzi di valle che pompano l'acqua a 500 piedi di profondità devono essere perforati ora di 1.000 piedi o più, a un costo di più di 300.000 dollari per un singolo pozzo.' 

La California è un microcosmo di una crisi globale in espansione. Molti agricoltori dovranno in definitiva abbandonare le loro fattorie – proprio come hanno fatto  in Syria .Questa è una storia di 'cattive notizie' che è molto chiara. Tuttavia, c'è un'opportunità di grande investimento in strumenti e tecnologie che possono contribuire a ridurre l'impatto di questa crisi idrica. Ci sono una sfilza di tecniche rilevanti: desalinizzazione e irrigazione a goccia –

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa