da Londra, martedì 29 novembre 2016

un cambiamento enorme è in arrivo e nessuno può vederlo

Ecco una domanda per voi: davanti a voi c'è una macchina del tempo. Avete due scelte. La prima scelta è fare un passo attraverso il portale e viaggiare dieci anni nel futuro. La seconda scelta è quello di viaggiare 100 anni nel futuro. Quale sarà? Imposti la manopola per 2026 o per 2116? Voi cosa scegliereste?  

La maggior parte delle persone sceglierebbe dieci anni nel futuro. Dieci anni da adesso si percepiscono raggiungibili, all'interno dei regni della nostra immaginazione. Cambierà il mondo. Probabilmente le cose andranno meglio – le malattie che oggi sono mortali potranno essere curate. Nuove fonti di energia che oggi sono solo teorie saranno utilizzate. Nuove tecnologie penetreranno nella nostra vita – prendete la realtà virtuale come un esempio – In breve, sarebbe probabilmente il mondo di oggi... ma meglio. Il mondo tra un centinaio di anni è una storia diversa. La percepiamo assolutamente remota. Idee, tecnologie, i modi di vita e di lavoro, i metodi di trattamento delle malattie e di condurre gli affari sarnno probabilmente molto diversi da oggi.

 La televisione, gli antibiotici, l'uso di auto e aerei, computer, comunicazione istantanea su internet... il numero di innovazioni viste nell'ultimo secolo probabilmente potrebbero riempire le pagine di un libro. C'è un nodo in questo tipo di logica, però. Si tratta di una qualità del progresso tecnologico che è stato spesso frainteso o dimenticato del tutto. E cioè il fatto che per il mezzo secolo passato, il tasso di progresso è accellerato ad un ritmo esponenziale. 

Questo cambia le cose nella nostra equazione del viaggio nel tempo. Ray Kurzweil,  nelle sue parole spiega cosa vuol dire ritorno al futuro: esso è ampiamente frainteso. I nostri antenati hanno previsto un futuro praticamente identico al loro presente, che era praticamente come il loro passato. Anche se il trend esponenziale esisteva un migliaio di anni fa, erano in quella fase molto iniziale dove una tendenza esponenziale è così piatta che sembra nulla. Così la loro mancanza di aspettative in gran parte è stata soddisfatta. Oggi, secondo la saggezza comune, tutti si aspettano un continuo progresso tecnologico e le ripercussioni sociali che derivano. Ma il futuro sarà molto più sorprendente rispetto alla maggior parte degli osservatori: pochi hanno veramente interiorizzato le implicazioni del fatto che il tasso di cambiamento sta accelerando. Un'analisi della storia della tecnologia dimostra che il cambiamento tecnologico è esponenziale, contrariamente al senso comune. Il mondo sarà più simile a 20.000 anni di progresso (al tasso di oggi). C'è addirittura una crescita esponenziale del tasso di crescita esponenziale. 

Messo in termini semplici, significa che la nostra visione di quanto il mondo cambierà in futuro è limitata da ciò che è accaduto nel nostro passato immediato. Guardiamo una crescita esponenziale e vediamo una crescita lineare. In realtà stiamo vivendo uno dei momenti più emozionanti nella storia dell'umanità. Il futuro sta per essere molto meglio rispetto a quello che la maggior parte delle persone pensa. Sta per 'arrivare' prima di quanto si possa immaginare. E, come investitore, potrebbe anche farvi più ricchi di quanto avreste pensato possibile.

Gli imprenditori ed i dirigenti d'azienda conducono la carica; gli scienziati e i professionisti, gli accademici e i leader studiano quello che sta arrivando; gli investitori ed i finanziatori prendono rischi che rendono tutto possibile. Un punto che è quasi unanime da parte di tutti è questo: un enorme cambiamento sta arrivando. Per esempio, Michael Bess, professore di storia presso la Vanderbilt University negli Stati Uniti e autore di Make Way for the Superhumans: come suggerisce il titolo, il campo di Bess è la modificazione genetica.  Nelle sue parole: «Ci saranno alcuni fantastici benefici da queste tecnologie e alcuni pericoli davvero potenzialmente catastrofici. Abbiamo bisogno di darci tempo per adeguarci alla potenzialità che queste possono esercitare sulla nostra vita come individui e nella società nel suo complesso. L'ovvio pericolo più immediato è che queste tecnologie possano aggravare il divario fra i ricchi e poveri. Mi preoccupa l'accesso differenziale a queste tecnologie. Nel caso di Paesi che non sono ancora stati in grado di fornire assistenza sanitaria di base e l'istruzione per i loro cittadini, sarà molto difficile fornire queste tecnologie a tutta la popolazione. All'interno dei paesi ricchi, potrebbero esacerbare la spaccatura tra i ricchi e i poveri. Su scala globale, potrà essere anche peggio. Divento preoccupato che nel corso del tempo si vedrà una frammentazione delle specie basata sulla condizione che siano in grado di ottenere l'accesso a queste cose oppure no.»

I ricchi e poveri. I vincitori e i perdenti. È un'idea ripresa da Erik Brynjolfsson, autore della The Second Machine Age: i cambiamenti nella tecnologia accadranno più velocemente rispetto ai cambiamenti nella società e nell'economia. Sarà creata un sacco di ricchezza. Avremo un sacco di merci libere che non compaiono nelle statistiche del PIL che comunque ci fanno bene: cose come Wikipedia e GPS e applicazioni o modi migliori di diagnosi del cancro e di connessione tra la gente. Rischiamo di vedere un crescente divario tra ricchi e poveri nei paesi in via di sviluppo. Non è inevitabile, ma che è quello che abbiamo visto in passato negli Stati Uniti, Europa e Giappone. 

Una manifestazione di questo è che il reddito medio è stato stagnante – anche se il PIL complessivo è in crescita. Ma con le giuste politiche, possiamo creare prosperità condivisa. Ancora una volta, pregi e svantaggi. Dove c'è un potenziale enorme per il guadagno, c'è un potenziale di perdita. Se sei investito in disruptor, è una grande notizia. Se sei investito nella disruptee... è una storia diversa. David Brown, imprenditore, il creatore del farmaco Viagra, ritiene che stiamo vivendo ciò che egli chiama la terza rivoluzione industriale. La sua teoria è che ogni rivoluzione è guidata da una combinazione di tre cose: una nuova fonte di energia, un nuovo mezzo di comunicazione e una nuova fonte di finanziamento. 

La prima rivoluzione industriale era stato il carbone, la macchina a vapore, la macchina da stampa e la Borsa. Nella seconda era stato il petrolio, il telegrafo e la società a responsabilità limitata. Questa terza rivoluzione, Brown ritiene, sarà alimentata dall'energia solare. Il sistema di comunicazione è internet. Il driver finanziario sarà la democratizzazione del mondo finanziario, con prestiti peer-to-peer e altre forme basate su internet. Se ha ragione, la rottura della struttura sarebbe significativa.

Sam Volkering – futurista e consulente finanziario – è d'accordo. Il cambiamento può essere buono. Ma alla gente non piace sempre che lo status quo venga modificato: sta per cambiare la struttura dei gruppi sociali, in quanto la nostra definizione di lavoro è attualmente: ti alzi, vai a lavorare, trascorri la giornata al lavoro, torni a casa. Negli ultimi 50 anni la robotica ha sostituito un sacco di ruoli ad alta intensità di manodopera. Ora stiamo assistendo ad una tendenza dove il robot o sistemi automatizzati stanno cominciando a macinare strada in posti di lavoro di classe media. Hai robo-consulenti che forniscono consigli finanziari basati su una quantità enorme di dati di input. Così qualsiasi tipo di lavoro che richiede un po' di potenza muscolare, o qualsiasi lavoro ragionevolmente ripetitivo come la contabilità – saranno sostituiti da sistemi automatizzati o robotici.

Questo processo crea posti di lavoro più creativi, altamente qualificati, e posti di lavoro che forse non esistono oggi che nessuno può prevedere. Sarà un cambiamento di ciò che conosciamo come lavoro.

Alle persone non piace il cambiamento, che sta per mettere un sacco di persone fuori dal  mondo del lavoro. Sta per mettere a dura prova le economie, perché non saranno in grado di gestire queste persone senza lavoro e ci sarà una carenza di profili necessari per i processi altamente qualificati che questo cambiamento sta per creare. Il punto è questo. Un enorme cambiamento sta arrivando. Cambierà la tua vita in modo che forse è difficile da prevedere.

 

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa