da Londra, mercoledì 30 ottobre 2013

Una carenza nella fornitura d'oro?

Come sono sicuro che siete a conoscenza, c'è stata qualche attività interessante nel mercato dell'oro. Nonostante la mancanza di rastremazione - e fondamentali che gridano per un prezzo più alto - i progressi fino ad oggi sono stati un po' in sordina. Alla chiusura il 1 ° novembre, il prezzo che si legge è 1307 dollari.

Inutile dire che sono un investitore contrarian. Goldman Sachs è recentemente uscita   prevedendo un calo del prezzo dell'oro a 1.144 dollari per oncia nel 2014. Ma la loro spiegazione razionale per prezzi più bassi sembra debole. Essa si basa sul miglioramento dei dati economici degli Stati Uniti, l'aumento dei tassi reali e la riduzione del QE. Non vedo accadere niente di questo!

Ora ci sono tanti elefanti nella stanza che stiamo cominciando a esaurire lo spazio! Impennata della domanda da Cina, India e Russia. No rastrematura del QE all'orizzonte (in effetti, sembra che probabilmente stampano anche di più). E, infine, caduta di produzione dell'oro.

Ma la storia dell'oro in questo momento riguarda il delicato equilibrio tra domanda e offerta. E, in particolare, alcune recenti analisi di Sprott Asset Management hanno messo zizzania. Ha sostanzialmente accusato il World Gold Council, così come Thomson Reuters, che forniscono la maggior parte delle informazioni del settore, di sottostimare significativamente la domanda d'oro.

L'analisi di Sprott si basa sulla domanda e l'offerta di oro mondiale. In sostanza si accusa  Thomson Reuters e il WGC di sottovalutare il deficit di approvvigionamento dell'oro rispetto alla domanda di oro. Ecco la sua analisi:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo è incredibile. E' la stima della domanda totale per quest'anno di 5.184 tonnellate, contro l'offerta (esclusa la Cina e la Russia che non esportano la loro produzione) di appena 2.142. Aggiunti il recupero di rottami e i deflussi da ETF si arriva a 4.403 tonnellate - che lascia ancora un grosso deficit di 781 tonnellate.

In una lettera aperta al World Gold Council, Sprott ha detto 'le statistiche della domanda riportate dal World Gold Council (WGC) travisano costantemente la realtà, soprattutto per quanto riguarda la domanda proveniente dall'Asia.'

Ora chiaramente il World Gold Council e Thomson Reuters GFMS non sono felici. Ecco quello che avevano da dire:

'L'uso dei dati di importazione come proxy per misurare la domanda d'oro è un po' semplicistica e non tiene conto di fattori quali i flussi circolari e stoccaggio / decumulo delle scorte, 'il WGC ha detto in una dichiarazione. 'Per misurare in modo efficace la domanda d'oro, è necessaria un'analisi più dettagliata di tipo olistico.'

'Thomson Reuters di GFMS ha detto che sarà pressapoco come il 2013 l'offerta e la stima della domanda di oro. I dati sono stati 'basati su una analisi dettagliata on-the-ground eseguita da un grande team di analisti basato in tutto il mondo e che sono dati supportati da esperti del World Gold Council.

 

Io non sono abbastanza vicino alle informazioni per decidere chi ha ragione su questo. Ma si tratta di un vero e proprio eye-opener la lettura di una fonte rispettata come Sprott che mette in discussione la credibilità del WGC. In ogni modo, formate il vostro punto di vista.

 

I bancomat dell'oro

Per soddisfare la domanda in impennata, l'oro dovrà ovviamente venire da qualche parte. Una grande pezzatura è stata ritirata dagli ETF (Exchange Traded Funds) - ma questo non è sostenibile. Gli ETF sono stati usati come una sorta di sportelli bancomat per sostenere il deficit dell'offerta. Chiamatela low-hanging fruit. Ecco un grafico che mostra il movimento di oro fisico da SPDR GLD (il più grande ETF dell'oro fisicamente sostenuto in tutto il mondo) negli ultimi cinque anni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I portafogli titoli sono crollati da 1.353 tonnellate il 10 dicembre 2012 a 872 tonnellate, il 25 ottobre 2013, un calo di 481 tonnellate.

Se questo declino continua, questa strada per l'oro fisico non girerà per molto tempo. Con l'oro sempre più spostato a est cade nelle mani forti di chi non ha interesse a vendere e, soprattutto, non ha bisogno di venderlo, è molto difficile prevedere come il mercato farà fronte alla sempre crescente domanda.

Continuo a battere su questo, perchè quando manca la fornitura di un materiale e umenta la domanda, il prezzo può solo andare in un modo.

 

Source: Sprott Global

Source: SPDR GLD

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa