da Londra, mercoledì 11 ottobre 2017

I condensatori potrebbero essere il futuro dello stoccaggio di energia

I condensatori sono ampiamente utilizzati in tutti i tipi di dispositivi elettrici ed elettronici. Sono utilizzati anche per l'immagazzinamento di energia, in alcune applicazioni specializzate - come gli autobus. Andiamo a guardare come possono essere utilizzati per lo stoccaggio di energia, su una scala enorme.

Se si desidera immagazzinare l'elettricità di griglia, è possibile impilare vasti insiemi di condensatori. Questo consente lo stoccaggio di elettricità rapidamente. É un ottimo sistema per governare i picchi nella richiesta di energia – che altrimenti potrebbero seriamente destabilizzare la griglia.

Ma c'è stato un recente game-changer – che potrebbe rivoluzionare il nostro intero approccio per accumulare energia. Diamo un rapido sguardo alla fisica. Maggiore è la superficie delle piastre di un condensatore e più vicino sono tra di loro, più energia può immagazzinare. Questo ci porta naturalmente alla nanotecnologia.

Nitin Choudhary e il suo team dalla University of Central Florida hanno riferito un passo avanti nella miniaturizzazione dei condensatori. La struttura del dispositivo è simile ad una spazzola per capelli al microscopio, con ciascuna delle setole che è una combinazione di piastre. In tal modo la superficie è enorme. È un game-changer per la tecnologia dei condensatori.

Le statistiche delle prestazioni sembrano promettenti. Citato in Science Daily, Choudhary ha detto: 'si può caricare il telefono cellulare in pochi secondi e non avere bisogno di caricarlo nuovamente per più di una settimana.' Il dispositivo dovrebbe durare per 30.000 cicli di ricarica.

Se questa tecnologia rende la produzione ad un costo ragionevole, essa saprà lanciare  smartphone non solo più intelligenti, ma anche innescare una rivoluzione nello stoccaggio di energia. Questo significherà che potremo avere tutto: dal velivolo elettrico, al compattamento dell'elettricità domestica – senza dimenticare i veicoli elettrici a lungo raggio.

Insieme al fotovoltaico per l'energia solare, i condensatori nanotech potrebbero quindi essere la tecnologia del XXI secolo.

Infine, c'è un'altra idea molto cool – per ottenere il 'best of both worlds'. Consiste nella combinazione di un condensatore ad alto potenziale con l'elevata capacità di una batteria. Si può fare questo collegandoli semplicemente insieme. Ma questo nuovo approccio è molto più intelligente. Si tratta di creare un unico dispositivo, che si comporta come un condensatore e una batteria. Eléonore Mourad insieme ai suoi colleghi ricercatori ha annunciato questo nuovo approccio alla fine dell'anno scorso – su Nature Materials. Se potranno commercializzarlo, potrebbe essere un altro game-changer per lo stoccaggio di energia.

Sara' difficile scegliere un vincitore – ma siate sicuramente rialzisti sul settore.

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa