da Londra, venerdì 7 marzo 2014

Cosa viene dopo il fracking?

Molti sostengono che noi stiamo recuperando costosa energia a scapito del nostro ambiente. E per amor del cielo, c'è un Sole grande grande che può produrre energia libera per tutti. Se non riusciamo a trovare un modo di sfruttamento, allora forse noi dovremmo tutti essere condannati! Ma ci deve essere una qualche terra di mezzo. Una politica energetica sensata che permetta di sfruttare la tecnologia di oggi per recuperare i combustibili fossili, ma allo stesso tempo, investa nelle energie rinnovabili.

La Cina lo sa ed è saltata in azione sulle energie rinnovabili. Questo segna un cambiamento importante per gli investitori. Per i prossimi decenni, il mondo sposterà l'attenzione lontano dal settore petrolifero verso le materie prime coinvolte nelle tecnologie rinnovabili. Questo è uno spostamento sismico, e avviene velocemente. Diamo un'occhiata ad alcuni dei modi in cui la Cina sta iniziando a superare i suoi concorrenti e come possiamo giocare...

 

La Cina e la grande scommessa sul solare

Ernst Young ha appena pubblicato i risultati della sua indagine sugli investimenti rinnovabili. Sembra che la Cina è ora il posto dove andare se volete investire in energie rinnovabili. Infatti i progettisti cinesi, guidati dal nuovo premier Li Keqiang, hanno nelle fonti rinnovabili una parte fondamentale del loro piano strategico decennale per il paese. Secondo Bloomberg, 'gli sviluppatori in Cina hanno installato un record di 12 gigawatt di pannelli solari nel 2013, corrispondenti quasi alla quantità totale di energia solare in funzione negli Stati Uniti e che possono eccedere nel 2014.' Così in un solo anno, questi ragazzi hanno installato una capacità produttiva che praticamente corrisponde alla produzione di energia solare totale degli Stati Uniti. Ed entro la fine di quest'anno, avranno più che raddoppiato!

Non dovrebbe essere una sorpresa se la Cina sta prendendo sul serio questo aspetto. È il maggior consumatore al mondo di elettricità e non solo, ha un problema enorme di inquinamento – Li Keqiang ha 'dichiarato guerra' allo smog che affligge molte città cinesi, e il suo governo ha già introdotto alcune delle regole più severe del mondo sull'efficienza edilizia e sul carburante. La Cina è stata la principale responsabile nel praticamente dimezzare il costo dei pannelli fotovoltaici. In modo analogo come la Corea portò gli schermi piatti alle masse. In più, la Cina ha avuto un'escalation nella generazione di energia eolica da 14 gigawatt l'anno scorso a 18 gigawatt quest'anno. I cinesi vogliono diventare autosufficienti di energia e di gomma e stanno facendo fantastici passi avanti.

Presto, i taxi neri saranno verdi

Un'altra notizia che ha catturato l'attenzione questa settimana è stata l'acquisizione del gruppo automobilistico cinese Geely di Emerald Automotive, una start-up UK che produce furgoni ibridi. Come osserva il Sunday Times, è ancora un'altra fetta di industria automobilistica high-tech della Gran Bretagna divorata dai cinesi. Geely è l'azienda che ha comprato il produttore di taxi Manganese Bronze lo scorso anno – quindi non passerà molto tempo prima di vedere i black cab ibridi in produzione. Così la Cina è avanti all'Occidente nella produzione di energia sostenibile, e sta iniziando a mangiarsi tecnologia. Non c'è dubbio che i cinesi hanno una visione a lungo raggio. Perché importare costosi combustibili fossili stranieri a tempo indeterminato? Non quando c'è energia sostenibile, libera da avere!

Ma naturalmente, devono investire una massiccia quantità di denaro per portare questo tipo di tecnologia alle masse. Stiamo parlando di investimenti seri in commodities -materie prime come argento per celle fotovoltaiche o metalli pesanti per la produzione di celle a combustibile. Cosa che porta su un'altra storia che dovrebbe attirare l'attenzione...

Per fare energia solare, la Cina ha bisogno dell'Africa

Zimbabwe è conosciuto come il granaio d'Africa. È stato convertito da potenza regionale a povero... dal granaio al cestino. Le imprese nello Zimbabwe sono state alle prese con un governo corrotto, mentre la proprietà straniera di molte imprese è stata usurpata attraverso le 'leggi di indigenizzazione'. La Cina è l'unico paese esentato da queste leggi, per cui forza tutti gli investitori stranieri a cedere il 51% della loro quota di partecipazione a favore di aziende Zimbabwesi. L'azienda di energia rinnovabile Powerway prevede di investire 160 milioni di dollari in un nuovo impianto solare in Zimbabwe. Avendo investito aggressivamente nel solare R&D, ora le aziende cinesi stanno vedendo come funziona la tecnologia alla luce del sole africano. E indovinate cosa? La Cina sta progettando una moderna base militare high tech nei campi di Marange ricchi di diamante dello Zimbabwe est.

L'Occidente è davvero assente qui. A differenza della Cina, continuiamo a concentrare tutti i nostri sforzi sull'industria petrolchimica... a scapito di astri nascenti. L'industria petrolifera e del gas è straordinariamente importante, è un'area di investimento che dev'essere ben coperta.

Così come facciamo ad essere coinvolti? Beh, i metalli preziosi offrono un gioco utile sul tema. Argento in particolare. Ma più in generale, faremmo bene a seguire le orme della Cina ad investire direttamente in Africa. Naturalmente, questo è più facile a dirsi che a farsi. Ma ci sono opportunità per gli investitori privati.

Nel frattempo, buon investimento.

 

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa