Operativi! venerdì 26 giugno 2015

AUD/USD, grafici troppo buoni per ignorarli

Vediamo il grafico settimanale a lungo termine qui sotto per collocare il mercato odierno in prospettiva. Dal 2008/2009 è stato ribassista, poi il mercato ha formato cinque onde rialziste (barre verdi). La terza ondata ha mostrato la forza necessaria. Quando vedete un mercato con questo grado di forza, sospettate sempre una terza ondata se l'azione precedente può essere etichettata in onde 1 e 2, come in questo caso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si noti che la quinta e ultima onda è estesa - questa è una caratteristica molto comune nelle valute, in particolare su questo tipo di lasso di tempo lungo. In realtà, è durata circa  come  la terza onda. Questa caratteristica ha dato origine alla ben nota osservazione che l'andamento delle valute continua ad andare ben oltre il punto in cui la maggior parte dei trader ritiene.

Oggi il mercato è nel trend ribassista dai massimi del 2011 e sta attualmente testando il Fibonacci 62% di ritracciamento. In effetti, l'australian ha perso circa il 30% del suo valore dal 2011, e non è difficile capire perché i mercati delle materie prime - grande industria australiana - sono in stagnazione.
Ma, naturalmente, nessuna tendenza continua per sempre. La domanda chiave è questa: il mercato è sceso abbastanza ed è maturo per un turn-around? Per rispondere a questa domanda, dobbiamo guardare più da vicino il grafico giornaliero orario.

Di seguito è riportato il giornaliero dalla scorsa estate: disegnamo le trendline, che non sono esattamente da manuale perchè hanno un numero insufficiente di punti di contatto. Ma abbiamo un buon PPP sulla tranline inferiore.  Da lì disegnamo il T3, da quando la trenline centrale è stata rotta nel mese di aprile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si noti che il rally di aprile/maggio è tornato indietro proprio su T3, una validazione molto gratificante delle posizioni.

Le onde di Elliott sono valide

Abbiamo un chiaro conteggio delle onde di Elliott lungo questo trend ribassista? Sì. Il  numero di EW è sul grafico qui sotto. Il grande declino con le etichette rosse è un completo movimento di cinque onde down. Che si inseriscono nel modello più grande come la terza ondata di un potenziale di cinque onde down (viola).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Wave 4 (viola) ha chiuso il 14 maggio e il mercato sta scivolando verso l'onda 5 a nuovi minimi. Questo è lo scenario sotto questo conteggio.
Andiamo sul grafico orario. Dall'alto dell'onda 4, il mercato è sceso in cinque onde chiare con una bella divergenza dinamica positiva. Da lì, abbiamo assistito ad un movimento ABC da manuale. Ricordate, dopo un movimento di cinque onde, ci aspetta un movimento di contro-tendenza in tre ondate.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disegnando una trendline superiore che tocca le onde A e C (con una buona PPP), la trendline  parallela tocca i due maggiori pedici e la sua proiezione dà il primo obiettivo immediato.
Se il mercato rompe sotto tale livello, ci sarà anche l'onda viola 5 ribassista.

I grafici AUD/USD stanno dando alcuni trend altamente affidabili di conteggio EW - e un terreno di caccia ideale per un approccio a basso rischio.

 

Chiamaci su Skype

speedplus.biz

Segnali Operativi Future Indice Borsa